Marco

MARCO BEGHETTI
NATO IL 12/06/1964
OCCHI: AZZURRI
COLORE CAPELLI: BRIZZOLATI
SEGNO ZODIACALE: GEMELLI
CARATTERE: TRANQUILLO, ALTRUISTA, SIMPATICO E GELOSO
HOBBY: TIRO AL POLIGONO E BILIARDO
STRUMENTO: CLARINETTO, SAX E CHITARRA

 

Ciao Marco, come comincia la passione per la musica?

Ciao, la passione per la musica inizia a 10 anni suonando il clarinetto…

Bene, raccontaci la tua storia...

La mia storia inizia a 10 anni con lo studio del clarinetto e a suonare nella banda di paese. A 13 anni arrivò anche la passione per il sassofono, così decisi di intraprendere anche lo studio per quello strumento e a frequentare le prime orchestrine. A 18 iniziai la professione con la prima orchestra di liscio. Dopo un anno lasciai il mondo della musica da ballo per intraprendere una carriera come turnista nella tv Telecity per circa 3 anni.
A 22 anni presi il diploma al conservatorio Vivaldi di Alessandria come clarinettista. In quell’anno andai in tournée con Luciano Taioli e, l’anno successivo, con Enrico Ruggeri. In quel periodo ho avuto l’onore di andare a scuola di clarinetto dal grande Henghel Gualdi, dopo di che entrai a far parte dell’orchestra di Dino Siani nella trasmissione di Gianfranco Funari alla Rai.

Marco, credo tu ti sia tolto tante soddisfazioni toccando tanti generi di musica e frequentando anche musicisti di un certo calibro...

Sì, posso dire di essere soddisfatto del mio passato e ho avuto l’onore di essere al fianco di grandi maestri. Ti posso garantire che sono emozioni di vita che non si dimenticato facilmente, ti vengono tatuate nell’anima.

Continua pure.

A 28 anni entrai nell’orchestra di Piero Cotto e due anni dopo decisi di tornare nel mondo della musica da ballo. Entrai quindi nell’orchestra di Massimo della Bianca e lì decisi di far entrare nel mio bagaglio musicale un altro strumento: la chitarra.
A 33 anni entrai nell’orchestra di Pinino Libè e a 36 anni con l’orchestra Beghini fino a 48 anni, quando entrai a far parte dell’orchestra di Pietro Galassi...

Come ti trovi con l’orchestra Galassi?

Bene, fin da subito ho legato con tutti i ragazzi.

È vero che sei il burlone dell’orchestra?

Be', diciamo che mi piace scherzare e quindi al momento giusto esco con le mie battute...

Marco, io so che tu sei un appassionato di un’orchestra da ballo che ha fatto la storia del liscio…

Sì, io son un fan del grande Castellina… per me le sue composizioni sono fantastiche.

Marco, qual è il tuo clarinettista preferito?

Il mio grande maestro: Henghel Gualdi.

Il tuo sassofonista preferito?

Charlie Parker.

Il tuo chitarrista preferito?

George Benson.

Il tuo cantante preferito?

Frank Sinatra.

Qual è il tuo attore preferito?

Bud Spencer.

E il tuo film preferito?

Il miglio verde.

Qual è il tuo piatto preferito?

Gli spaghetti alla carbonara.

Marco, come deve essere la tua donna ideale?

Alta, magra, capelli castani, occhi scuri… una bella donna sicuro: sono molto pretenzioso.

Bene Marco, l’intervista finisce qua, ti saluto e ti ringrazio...

Grazie a te e vi aspettiamo alle nostre serate.

Ciao.

Ciao.

Sito realizzato a cura di DL Multimedia in collaborazione con Paolo Coveri www.paolocoveri.it